Le auto più “verdi” secondo Green NCAP - image  on https://motori.net
You are here

Le auto più “verdi” secondo Green NCAP

Le auto più “verdi” secondo Green NCAP - image 2019-lexus-ux-250h on https://motori.net

Massimo punteggio per le elettriche Lexus e Nissan, Bene anche le plug-in Renault e Volkswagen, così come l’Audi Diesel.

Cinque le auto testate da Green NCAP nella quarta serie di test. Lexus UX300 e Nissan Leaf si mettono in evidenza con il massimo punteggio (5 stelle). Seguono Renault Captur E-Tech e Volkswagen Golf GTE con 3 stelle e mezzo, mentre l’Audi A3 Sportback consegue 3 stelle.

Audi A3 Sportback 35 TDI Diesel (3 stelle) è un veicolo compatto rivolto ad acquirenti sportivi con alti livelli di comfort e funzionalità. Dotata di un propulsore Diesel da 2 litri, convince non solo per i ragionevoli valori di consumo di carburante, ma anche per il parametro relativo all’emissione di sostanze inquinanti.

Lexus UX 300e electric, crossover con motore elettrico da 150kW di potenza e 300 Nm di coppia ottiene 5 stelle con il massimo punteggio in due delle tre aree della valutazione (Clean Air e Greenhouse Gas) in quanto le emissioni “locali” sono pari a zero. Ottimo anche l’Indice di Efficienza Energetica.

5 stelle anche per Nissan Leaf e+ A03 Electric, ultima generazione di questo modello, ma dotato di una batteria più grande e di maggiore potenza: batteria da 62 kWh e potenza di 160 kW. Anche la nuova Leaf e+ è dotata dell’e-pedal che consente al guidatore di controllare l’accelerazione e la decelerazione attraverso un unico pedale, riducendo, in questo modo, la dipendenza dal sistema frenante tradizionale.

Renault Captur E-Tech 160 Plug-In Intens 4×2 automatic conquista 3 stelle e mezzo per le elevate emissioni di particolato e di ammoniaca. Buoni i risultati negli indici relativi all’efficienza energetica e ai gas serra. Come per tutti i veicoli ibridi plug-in, una maggiore autonomia elettrica porterebbe a punteggi più alti.

3,5 stelle anche per la nuova Volkswagen Golf GTE, ibrido plug-in con una potenza di 180 kW e 400 Nm di coppia. Combinazione di un motore a benzina turbo a iniezione diretta da 1,4 litri, (110 kW), abbinato ad uno elettrico da 85kW. Nonostante il filtro anti-particolato a benzina, le emissioni non sono ancora così basse come dovrebbero essere. La gestione ibrida fa un uso efficace delle fonti di energia raggiungendo moderate emissioni di CO2.

«Questi test dimostrano che in termini di efficienza energetica anche i motori benzina e Diesel si comportano bene» dice Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia. «Ma bisogna andare avanti rapidamente ed investire in tecnologia per migliorare ulteriormente quanto già raggiunto in tema di emissioni».

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.