Una Targa che non invecchia mai - image  on https://motori.net
You are here

Una Targa che non invecchia mai

Una Targa che non invecchia mai - image 1967-Porsche-911-2_0-Targa on https://motori.net

La prima serie della Porsche Targa, presentata 55 anni, è diventata un modello iconico e inconfondibile.

Cinquantacinque anni fa Porsche presentò la 911 Targa al Salone Internazionale dell’Automobile di Francoforte, nel Settembre 1965.  Non era né una cabriolet né una coupé. E non era neppure una cabriolet hardtop cabriolet né una berlina. Eraqualcosa di completamente nuovo: la prima cabriolet sicura al mondo con roll bar che offriva un’ampia gamma di configurazioni, all’aperto e in modi diversi, grazie al tetto smontabile e al finestrino posteriore in plastica abbattibile: con il tetto chiuso, con il tetto completamente aperto e, inoltre, solo con la parte centrale del tetto rimossa o con il lunotto abbassato.

Per la scelta del nome del modello si era tenuto conto delle piste su cui la Porsche aveva ottenuto un grande successo e si era rapidamente scelta la Targa Florio, la prova sulle strade siciliane in cui il marchio aveva ottenuto risultati memorabili fin dalla metà degli Anni ’50. Per un breve periodo di tempo si è parlato del nome “911 Flori”, fino a quando il responsabile delle vendite nazionali Harald Wagner non propose: «Perché non lo chiamiamo semplicemente “Targa”?». Si racconta che questo nome avesse avuto il via libera solo durante la lavorazione dei cataloghi.

Nell’Agosto 1965 Porsche depositò una proposta di brevetto per il concetto di Targa e dall’Autunno del 1966 il modello si affiancò alle varie 911,  911, 912 coupé con un successo travolgente. A partire dalla fine dell’Estate 1967 la Targa poteva essere ordinata anche con l’opzione di un lunotto posteriore fisso e riscaldabile in vetro di sicurezza al posto di  quello pieghevole in plastica. Questa soluzione diventò di serie solo un anno dopo e rimase invariata come fino al 1993.
La Targa ha continuato ad essere un prodotto fisso della gamma anche nella seconda generazione della 911, la serie G, prodotta a partire dalla fine dell’Estate 1973. Per la prima volta, la carrozzeria della 911 era stata sostanzialmente modificata e iniziò a portare nuovi paraurti con un soffietto nero sui lati, in linea con i recenti requisiti della legislazione statunitense. Dovevano essere in grado di assorbire gli urti a velocità fino a 8 km/h senza danneggiare la carrozzeria. Non ci furono modifiche tecniche al design del tetto della Targa. Tuttavia il suo aspetto era stato cambiato perché il roll bar in acciaio inossidabile spazzolato era stato integrato con l’alternativa di uno nero. Anche quando la 911 SC cabrio fu inserita nella gamma, nel Gennaio 1983, la Targa rimase un prodotto di famiglia, oltre la fine della produzione della serie G nel 1989.
La 911 Tipo 964 arrivò con l’85% di pezzi nuovi, ma la Targa rimase un classico.

All’inizio dell’Autunno del 1988, Porsche lanciò la prima 911 a trazione integrale, la 911 Carrera 4 Tipo 964, portando la terza generazione dell’iconica vettura sportiva di Zuffenhausen. La Porsche aveva mantenuto la classica forma della carrozzeria 911, ma l’85% delle parti erano nuove. Solo un anno dopo è stata offerta la tradizionale variante a due ruote motrici, la 911 Carrera 2, e tutti e tre i tipi di carrozzeria – Coupé, Cabriolet e Targa –  potevano essere ordinati. La 911 Carrera 2 Targa e la 911 Carrera 4 Targa, prodotte fino al 1993, avevano ancora il tipico roll bar e il tetto centrale rimovibile. Da queste prime tre generazioni della 911 sono state prodotte complessivamente 87.663 Targa.
La quarta generazione del 911, il tipo 993, è stata lanciata nell’Autunno 1993 in combinazione con un corpo di nuova concezione. Nel Novembre 1995 è apparso un nuovo concetto di Targa. Per la prima volta nella 911, le ali anteriori erano più larghe e significativamente più piatte. Anche le ali posteriori erano più larghe e allungate, dritte all’indietro. Oltre ad una serie di miglioramenti al motore e al telaio, la generazione 993 ha preso l’idea della Targa per un sistema di sterzo completamente nuovo, senza il classico roll bar.
Il sistema di isolamento termico, che andava dal telaio del parabrezza alla parte posteriore, era ora incorporato in una struttura di sicurezza longitudinale. Diviso in segmenti scorrevoli da un meccanismo elettrico, si apriva senza problemi premendo un pulsante e si montava sotto il lunotto posteriore. Uno dei principali vantaggi di questa nuova soluzione fu la riduzione del rumore del vento, grazie a uno schermo solare interno che si apriva quando il tetto era chiuso.

L’iconico lunotto è rimasto una caratteristica di questa Targa. Il nuovo concetto della serie Targa 993 ha offerto, per la prima volta, il piacere di guidare all’aperto senza modificare la tipica linea del tetto della 911 coupé.
Nel 1997 Porsche ha introdotto la quinta generazione della 911 con la Carrera Tipo 996. Completamente ridisegnata, presentava per la prima volta motori boxer a 6 cilindri raffreddati ad acqua. Accanto alla Coupé e alla Cabriolet, la Targa era disponibile da Dcembre 2001. Come il suo predecessore, la 911 Targa aveva un tetto in vetro azionato elettricamente, che ora copriva più di 1,5 metri quadrati. Mai prima d’ora, in una Porsche 911, c’era stata una superficie di vetro così grande. La nuova Targa è stata anche la prima 911 ad avere un lunotto posteriore apribile.
Nel Settembre 2006 è stata lanciata la sesta generazione della 911 Targa 911, la Tipo 997.  Inoltre, la 911 Targa è diventata disponibile solo nelle due varianti a trazione integrale: la 911 Targa 4 e la 911 Targa 4S. Cinque anni dopo  Porsche ha introdotto la 911 di settima generazione completamente ridisegnata. Dopo il lancio delle varianti di carrozzeria coupé e cabriolet, nel Gennaio 2014 è stata presentata la 911 Targa, una fusione di classicismo e modernità con il suo tetto innovativo. Per la prima volta, la classica idea della Targa è stata perfettamente combinata con un tetto all’avanguardia. Come per la leggendaria Targa originale, il nuovo modello aveva la caratteristica ampia area dei montanti B, una sezione di tetto scorrevole sopra i sedili anteriori e un lunotto avvolgente senza montanti C. A differenza però dei modelli classici, il tetto della nuova Targa si apriva e si chiudeva con la semplice pressione di un pulsante. Un sistema completamente automatico. La nuova 911 Targa era un’edizione innovativa del classico del 1965, con una finitura di alta qualità.

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.