Nuova Mercedes Classe C: comfort zone - image  on https://motori.net
You are here

Nuova Mercedes Classe C: comfort zone

Nuova Mercedes Classe C: comfort zone - image Mercedes-Classe-C on https://motori.net

Presentata la quinta generazione di Mercedes Classe C. Alla Berlina si aggiungeranno entro Estate la versione Station Wagon e dal prossimo anno la Coupè e la Cabriolet.

Presentata nel 1993 per essere la “piccola” di casa Mercedes, Classe C si è creata una solida immagine in un segmento di mercato e oggi viene riproposta con la quinta generazione di questo fortunato modello di cui sono stati venduti in Italia oltre 325.400 esemplari.

Si tratta di un modello completamente nuovo che non ha praticamente punti in comune con quello della generazione precedente. E’, ad esempio, il primo modello a gasolio della Casa di Stoccarda con alternatore-starter integrato (ISG) di seconda generazione. In questo modo l’auto dispone di una rete di bordo parziale a 48 Volt e, grazie al recupero di energia e alla possibilità di “veleggiare” a motore spento che diventa ancora più efficiente.

Inoltre i motori si avviano in maniera molto rapida e confortevole, così che la funzione start/stop risulta quasi impercettibile al guidatore, come anche il passaggio dalla funzione “veleggiamento” con motore spento all’avanzamento con la trazione del motore. In folle l’interazione intelligente dell’ISG con il motore a combustione interna garantisce un’eccellente silenziosità di funzionamento.

Nuovi però sono anche i motori. La nuova Classe C è il primo modello disponibile esclusivamente con motorizzazione ibride. Parliamo, per il momento, di due 4 cilindri turbodiesel di 2,0 litri tipo OM 654 M tratti dall’attuale famiglia di modelli modulari Mercedes-Benz denominata FAME (Family of Modular Engines): uno da 200+20 CV per la C 200 d Mild-Hybryd ed uno da 265+20 CV per la C 300 d Mild-Hybrid, abbinati entrambi a una trasmissione automatica G9-Tronic rielaborata per adattarsi all’ISG. Un’altra “chicca” è rappresentata dall’asse posteriore sterzante (a richiesta) e dal rapporto di trasmissione dello sterzo più diretto sull’asse anteriore che facilitano le manovre ed esaltano soprattutto il comportamento su strada.

Anche la veste estetica è cambiata. La nuova Classe C sembra una Classe S in scala ridotta. Combinando lo sbalzo anteriore corto, il passo lungo e lo sbalzo posteriore nuova Classe C comunica proporzioni dinamiche già da ferma. Questo slancio è sottolineato dal cofano del motore sportivo dotato di rialzi a cupola. All’interno la generazione precedente aveva già compiuto un grande passo avanti sotto il profilo della ricercatezza. La nuova Classe C si spinge oltre: gli interni prendono in prestito elementi della nuova Classe S, ma arricchendoli di una nota sportiva.

Come la nuova Classe S, anche la nuova Classe C adotta un MBUX (Mercedes-Benz User Experience) di seconda generazione. Il display del guidatore e quello centrale offrono un’esperienza estetica globale. Le informazioni sono strutturate e ben suddivise. L’aspetto degli schermi può essere personalizzato con tre stili di visualizzazione (Classico, Sportivo, Essenziale) ed altrettante modalità (Navigazione, Assistenza, Servizio). La navigazione a schermo intero è stata mutuata da Classe S e offre al guidatore il miglior orientamento possibile durante la guida.

L’assistente vocale Hey Mercedes dialogare ed apprende meglio grazie all’attivazione di servizi online nell’App Mercedes me. Inoltre alcune funzioni – come, ad esempio, l’accettazione di una telefonata in entrata – possono essere attivate anche senza la parola d’ordine Hey Mercedes.

Con la funzione Smart Home MBUX, Classe C diventa una centrale di comando mobile per l’abitazione di molte persone. Infatti, con il concetto generale di Smart Home, la WLAN, i sensori e gli attuatori rendono le cose sempre più intelligenti e comunicative: temperatura e illuminazione, tapparelle e apparecchi elettrici possono essere controllati e attivati da remoto. Rilevatori di movimento e contatti alle finestre informano di visite desiderate o indesiderate.

Non appena è disponibile un nuovo aggiornamento OTA (Over The Air) da parte di Mercedes-Benz, compare la notifica corrispondente in MBUX. Il download e l’installazione dell’aggiornamento avvengono in background, mentre l’attivazione deve essere approvata esplicitamente ancora una volta dall’utente. Così facendo l’auto resta sempre aggiornata. Un altro modo per garantire all’utente un’esperienza a bordo innovativa è la prenotazione di funzioni nuove nel Mercedes me Store, come i servizi di streaming musicale o l’In-Car Office. Inoltre si possono acquistare o prolungare direttamente online servizi ad abbonamento tramite il Mercedes me Store.

Sul mercato arriva subito la versione Berlina in 6 differenti allestimenti (Business, Sport, Premium, Sport Plus, Premium Plus e Premium Pro) e prezzi che vanno da 51.000 Euro a 64.380 Euro. Nel corso dell’Estate sarà la volta della Station Wagon, mentre a partire dal prossimo anno arriveranno la Cabriolet e la Coupè.

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.